Area di riferimento

SERVIZI AMBIENTALI E PROTEZIONE CIVILE
Parco Faunistico - Servizio IX

parco faunistico del monte amiata logo 150x156px

Cosa fa

Parco  Faunistico  del Monte  Amiata,   ai sensi  del D.Lgs. 73/2005, è in possesso di licenza  di “giardino zoologico”.

La  localizzazione del Parco  Faunistico  del Monte  Amiata è caratterizzata da  fattori ambientali di notevole  interesse  paesaggistico,  panoramico  e  naturalistico.  L’area protetta  (Riserva  Naturale del Monte Labro)  in cui insiste, è prospiciente ed in posizione panoramica rispetto alla parte  alta  del Monte  Amiata e  gode  di un ambiente  particolarmente  suggestivo quale è  il Monte Labro, carico di storia e di tradizioni,  ricco  di biodiversità. Il territorio appartiene ai rilievi che si assestarono nella fase dell'orogenesi e quindi antecedente alle eruzioni vulcaniche che due-trecentomila anni fa diedero origine al Monte Amiata. Le rocce calcaree danno spesso origine a fenomeni  carsici  e  quindi  a  caverne,  grotte  e  doline.  Particolarmente  interessante  e  caratteristica l’azione erosiva compiuta dal fiume Albegna la cui origine dal Monte Labro arricchisce l’interesse per  questa  montagna  che,  apprezzata  anche  come  punto  di  osservazione  stellare,  permette  di affacciarsi su un amplissimo panorama verso il mare e su buona parte dell’Italia centrale.

L’ambiente  naturale  nelle  zone  calcaree  presenta  una  vegetazione  fatta  di  licheni,  sassifraghe  e piante  spinose,  mentre  nelle  arenarie  si sviluppano  boschi di  latifoglie  ricchi di  specie  vegetali e caratterizzati  da  castagneti  e  faggete.  Molte  sono  le  sorgenti  naturali  presenti  in  tutta  la  zona  e alcune   di   queste   alimentano   il   fosso   Onazio,   tributario   del   fiume   Zancona,   che   incide profondamente l’area orientale del Parco e che ha suggerito la realizzazione del “sentiero natura”, estremamente interessante dal punto di vista vegetazionale. Moltissime, oltre agli ungulati che caratterizzano le aree faunistiche, sono le specie animali presenti ed una nostra ricerca sull’avifauna ha permesso di contare più di centoventi specie di uccelli. Il Parco, la cui superficie è di circa 200 ettari, è un  insieme  integrato  di aree  faunistiche, separate tramite recinzioni, in modo tale che non vi possano essere contatti come previsto dalla normativa vigente.   Tutte le aree sono sufficientemente grandi (mediamente venti ettari ciascuna) e permettono una gestione degli animali corretta, tanto  da  farne  delle  vere  riserve  genetiche,  con  una  serie  di  accorgimenti affinché questi possano mantenere, il più possibile, le loro abitudini anche alimentari e riproduttive.

I sentieri per i visitatori, limitrofi alle aree faunistiche e la presenza delle altane consentono di vivere esperienze significative sotto il profilo emozionale ed  educativo  date  le  molte  possibilità  di  avvistare  gli  animali, il tutto in condizioni  più vicine possibile a quelle naturali.


Servizi

La Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana gestisce tale complesso, ai sensi dell’art. 25 della L.R. 39/2000,  tramite una Convenzione stipulata tra l’Ente stesso, la Regione Toscana ed il Comune di Arcidosso, quale proprietario.

La finalità della suddetta Convenzione è quella di perseguire e favorire la razionale gestione del complesso stesso, tramite azioni mirate, quali:

  • Mantenimento e conservazione degli ambienti naturali con particolare riferimento alle praterie su substrato calcareo;
  • Mantenimento e salvaguardia della faggeta residua e degli ambienti ripariali del Torrente Onanzio;
  • Allevamento in semilibertà di specie animali selvatiche autoctone e rappresentative della fauna locale ed appenninica;
  • Favorire ed incrementare le azioni di didattica rivolte alle scolaresche di ogni ordine e grado;
  • Incrementare il flusso di visitatori, favorendo anche lo svolgimento di manifestazioni ricreative e culturali, sia all'interno che all'esterno del Parco.
  • L’Ente si è dotato di specifiche professionalità, atte a ricoprire la funzione di Direttore Tecnico e Responsabile Sanitario del Parco Faunistico, al fine di assicurare un’efficace gestione ed organizzazione, nonché un idoneo monitoraggio della struttura stessa, concretizzandosi  in  collaborazioni, affidate a soggetti esperti, di particolare e comprovata specializzazione in ambito faunistico e gestionale della fauna selvatica e domestica e sanitaria,
  • All’interno del Parco Faunistico del Monta Amiata, l’Ente sta svolgendo numerose attività, quali:
  • Progetti per lavori di manutenzione e di investimento;
  • Progettualità finalizzate allo studio e ricerca in merito alla fauna selvatica e domestica;
  • Attività  didattica, divulgativa e scientifica;
  • Programmi di arricchimento ambientale, sensoriale, cognitivo;
  • Programmi, protocolli, aggiornamenti e approfondimenti medico veterinari.

Orari di apertura e biglietteria

Data di apertura: 7 Maggio 2022

Orari di apertura per il mese di Maggio:

Dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 15.30

Sabato e domenica dalle ore 8.30 alle ore 19.00

Per informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Direttrice del Parco Faunistico del Monte Amiata
Dott.ssa Donata Marruchi
(+39) 339 67 59 534

Amministratore/Assessore Comune di Arcidosso
Maurizio Ranucci
(+39) 331 36 54 927

Facebook: Parco Faunistico del Monte Amiata

Instagram: parco_faunisitico_monteamiata

Tariffe ingressi 2022

Prezzo intero a persona > € 5,00
Prezzo ridotto per comitive maggiori di 10 persone > € 3,50
Prezzo ridotto studenti* > € 2,50

Le tariffe sono state determinate su base statistica annua con riferimento alle presenze accertate negli anni passati ed a prezzi medi per situazioni analoghe.

*Per prezzo ridotto si intende quello applicabile a bambini/studenti Scuola Infanzia/Primaria e secondaria di I° grado.

Il pagamento puo' essere effettuato all'ingresso del parco in contanti o tramite pos e carte di credito.

Per i  gruppi prenotati che intendono effettuare il pagamento in anticipo rispetto alla visita,  può essere utilizzato il sistema PagoPa (pagamenti spontanei) come di seguito indicato, selezionando il campo PAGAMENTI DIVERSI, e riportando nella descrizione  la causale "Biglietti ingresso Parco Faunistico del...", specificando il giorno della visita.

Indicazioni per pagamento tramite PagoPA:

Α) Accesso al servizio:

  • Accedere al portale IRIS Toscana (Per accedere al portale CLICCA QUI)
  • Selezionare  pagamenti spontanei nella barra rossa posta in alto ;
  • Selezionare Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana scorrendo l’elenco verso il basso;
  • Selezionare il tributo: PAGAMENTI DIVERSI

Β) Pagamento

Compilare i campi obbligatori del  modulo on line aggiungendo, se del caso, eventuali note  e di seguito, premere su continua  ed accedere  al riepilogo (ove fosse errato può essere cancellato premendo su cestino e rifacendo  il percorso).  Quando corretto, premere su paga:

completare con c.f. ed indirizzo e-mail;

Si prega di riportare nella causale del versamento le seguenti informazioni: 
Biglietti ingresso Parco Faunistico del... (specificando il giorno della visita e il numero delle persone paganti)

Per il pagamento è possibile provvedere con 2 modalità:

b1) direttamente on line previa autenticazione con  identità digitale CNS, SPID, CIE  

b2) tramite e-mail

oppure

b3) stampare l’avviso e provvedere al pagamento mediante esibizione dell’avviso stesso presso un Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP) aderente al circuito pagoPA ove sarà possibile pagare in contanti, con carte o conto corrente  (banca, tabaccheria, etc etc).

C) Ricevuta

La ricevuta di pagamento dovrà essere stampata e consegnata all'ingresso del parco.


Contatti

Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana
Loc. Colonia, 1 - 58031 Arcidosso GR
Tel. (+39) 0564 965 111 Fax (+39) 0564 967 093
PEC: unione.amiata.gr@postacert.toscana.it
E-mail: info@uc-amiata.gr.it 

 

 

 

TPL_ITALIAPA_BACKTOTOP